Estetica oncologica : la bellezza al servizio della malattia

Estetica oncologica : la bellezza al servizio della malattia
30 mag 2016

estetica_oncologica_monica_bellina_torino

Le battaglie che devono affrontare i malati oncologici sono innumerevoli: la sofferenza, le cure chemioterapiche, vedere il proprio corpo mutare e non riconoscersi più. L’estetica, in collaborazione con la scienza oncologica più avanzata, ha deciso di dare il proprio contributo scendendo in campo per aiutare le donne malate a ritrovare la propria femminilità. Può sembrare superfluo occuparsi di questo aspetto, ma è molto importante per un malato di cancro riscoprire la quotidianità e ritrovare la propria identità, già tanto sconvolta dalla malattia. È stato dimostrato quanto sia importante per coloro che devono sottoporsi alle terapie riscoprire la fiducia in se stessi, nel proprio corpo, e dedicarsi con leggerezza al proprio aspetto estetico, in continuità con quanto facevano prima. Oltre alle sofferenze psicologiche infatti bisogna considerare gli effetti collaterali della chemioterapia: perdita dei capelli, delle ciglia, delle sopracciglia e anche delle unghie talvolta. A questo si aggiungono poi nausea, dolori addominali e il senso di forte bruciore sulla pelle, che permane per ore.

estetica_oncologica_monica_bellina_torino_4Proprio per essere vicina alle donne e divenire per loro fonte di sollievo in un momento molto delicato della loro vita ho deciso di seguire un corso presso il San Raffaele di Milano, tenuto da specialisti del settore medico e di quello oncologico, e di conseguire un COE, un certificato in Oncology(A) Esthetics. È molto importante poter aiutare le donne malate ad attenuare gli effetti della chemioterapia con un metodo estetico su misura, ma è al contempo essenziale acquisire la massima professionalità e le competenze necessarie per garantire alle nostre clienti una sicurezza completa. Non si può mai improvvisare, ma tanto meno lo si può fare di fronte a coloro che la vita ha già messo di fronte a così tante sofferenze e per questo io ho scelto una formazione specialistica all’avanguardia. Angela Noviello, direttore italiano di Oncology Esthetics, ha infatti portato in Italia dal 2014 un metodo sicuro per il trattamento estetico del paziente oncologico ideato da Morag Currin. È già stato adottato in Australia, Canada, Nuova Zelanda, Sud Africa, Regno Unito, Stati Uniti e Filippine e ha già ottenuto dei risultati sorprendenti.

Le pazienti ritrovano il piacere di prendersi cura di sé, di riscoprire la loro identità e la loro fisicità e al contempo la loro autostima cresce. Insomma, è una vera e propria iniezione di fiducia che aiuta ad allontanare lo spettro della sofferenza. Attenuano la loro morsa la depressione e l’ansia e i rapporti instaurati con le altre pazienti consentono di affrontare le cure con più serenità. Dimenticare per un momento di essere malate e ricordare che in primo luogo si è donne aiuta a uscire dall’isolamento provocato dalla malattia e a reagire meglio ai trattamenti, come confermano i feedback delle pazienti.

estetica oncologica monica bellina studio di estetica rivoli torino

Affidatevi alla professionalità e all’impegno di chi ha studiato per potervi restare accanto nel miglior modo possibile, nei momenti di gioia ma anche in quelli in cui la vita ci mette alla prova, e non resterete deluse. Prendetevi cura di voi stesse e non trascurate mai la vostra femminilità perché è proprio grazie alla fiducia rinnovata in voi che riuscirete a riprendervi in mano un po’ di ciò che vi era stato strappato e a lottare ancora, più forti di prima.

Perché, ricordatelo sempre, in primo luogo siete e sarete sempre DONNE

estetica oncologica monica bellina studio di estetica rivoli torino

.

.

Monica Bellina

.

Commenta con Facebook

Commenti Facebook

Share

Monica Bellina

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *